=

Traduci

Cerca nel blog

Crolla la chiesa del patrono d'Europa... "vegliate!"


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 
«Fate attenzione, vegliate, 
perché non sapete quando è il momento [...] 
Quello che dico a voi, lo dico a tutti: 
vegliate!»
Marco 13,33 – 37



E proprio nel mentre l'Europa vuol far crollare le Costituzioni e la sovranità dei popoli, la chiesa di San Benedetto, patrono d'Europa, crolla. Se fossimo nel medioevo, suonerebbe da presagio.

Invece siamo nel 2016, agli albori del terzo millennio in una fase storica epocale, esattamente mentre le straordinarie potenzialità informatiche digitali della tecnologia umana stanno cercando di scrollarsi di dosso prassi e mentalità ultra radicate nei popoli occidentali. Sopra ogni cosa, l'opportunità di una democrazia partecipativa diretta in grado di scalzare ogni delega, ogni casta, ogni autoritarismo, ogni plutocrazia... ogni ingiustizia, compresa quella che usa il cemento in modo scellerato*.


Siamo nel 2016 dunque, e per questi motivi questi crolli, questo crollo, sono molto più di un presagio dal momento che non si sta muovendo in modo sconvolgente solo la terra sotto i nostri piedi, ma un intero popolo. C'è un movimento di gente, iniziato con uno, due individui, e poi decine, migliaia e infine milioni di persone, che ha aperto occhi, mente e anima davanti a questi crolli. E ha fatto propria una chiamata che va oltre l'ottusità, la vanità, e la cupidigia umana.


«Francesco, va e ripara la mia chiesa che, come vedi, è tutta in rovina!»
Vocazione presso la chiesetta di San Damiano, Vita di San Francesco

Sta crollando tutto. Sotto ogni aspetto. Muoviamoci per costruire nuove chiese, più forti, più belle, più vere. Muoviamoci per costruire una nuova umanità.
In alto i cuori. A riveder le stelle!





* Si sa da qualche centinaio d'anni ormai che Alpi e Appennini sono il risultato di un'Africa che spinge contro un'Europa. Si sa da qualche centinaio d'anni ormai che questo è un processo continuo e inesorabile, per cui inevitabile che ci saranno fino alla fine del mondo potentissimi terremoti in tutta Italia. Perché in qualche centinaio d'anni, i governi italiani non hanno provveduto a mettere in sicurezza il loro popolo?
Domanda scontata forse. Le risposte invece no: Calamità naturali, lotterie, donazioni, e...


Nessun commento:

Posta un commento