=

Traduci

Cerca nel blog

S.O.S MoVimento 5 Stelle. Mafia dal basso


8 novembre 2014

'' Quando tu hai un movimento di massa puoi spaccarlo in due maniere. O affrontandolo frontalmente, o puoi cercare di infiltrarlo per spaccarlo dall'interno. E se è basato sulla spontaneità muore di morte sua (min 19:15) ,,



Qualcuno già leggendo questo titolo avrà pensato "no! a rieccoci! ma perchè i panni sporchi non si lavano in casa?!".
Domanda gravissima. Perchè i panni sporchi quando si fa vera politica come si prefigge il MoVimento sono sempre quelli del bene e del male comune. Pena la mancanza di trasparenza, pilastro fondante del MoVimento la cui casa, è la rete.
Oppure in tre parole la risposta è: "non siamo un partito". E ora veniamo al dunque.

Forse quando nel MoVimento sono stati istituiti i Meet Up (MU) come piattaforma ufficiale per le decisioni dal basso si è dato per scontato che sarebbero stati usati solo da persone oneste.
Purtroppo questo presupposto è un fallimento in partenza. E le conseguenze catastrofiche.
Come? Perchè?

IN PARTENZA...
I MU sono a pagamento. Ciò significa che chi lo paga lo governa. Già questo è inquietante ma approfondiamo. Governare un MU significa organizzare degli incontri dal vivo diretti ai soli cittadini iscritti al MU. Nulla più. Nessuna piattaforma on-line di proposta, confronto e voto come richiesto da articolo 4 del Non-Statuto. Puri incontri dal vivo dove, chi può esserci, decide. E da lì ci si autolegittima quindi ad essere portavoce di un'intera provincia/regione solo in base a questa mera possibilità di poter presiedere a degli incontri dal vivo indetti da chi paga.
Questo sarebbe un sistema che ufficialmente rappresenta la volontà dal basso del M5S?
No. Disattende il Non-Statuto. Serve un portale dove la gente propone, si confronta e vota. Talora anche senza il voto segreto se proprio diamo per scontato di essere tutti trasparenti ed onesti.

...DI CONSEGUENZA
I MU sono diventati la faccia oscura del M5S. Quella delle fazioni che si incontrano e si scontrano in balìa del "caos delle voci che circolano su chi ha detto cosa a tale incontro". Faccia oscura, ambigua e contraddittoria perchè incontri dal vivo presuppongono deleghe (altro che portavoce!). E si cade nella fisiologia dei partiti che della delega fanno una linfa vitale.
Decine, centinaia, migliaia di persone non potranno mai e poi mai attuare una democrazia partecipativa "dal vivo".
"Dal vivo" è fisiologia politica per i partiti. Per il M5S questo è patologico. Dal vivo nel M5S tutti insieme ci si mangia una pizza, non si fa politica.





LA MAFIA

Allora dal basso ormai si assiste sempre più a una guerra tra attivisti più o meno consapevoli e troll più o meno consapevoli. Dove l'obbiettivo ultimo è ottenere le grazie di chi si spaccia per staff e che quasi sempre coincide con chi governa il MU, ossia chi lo paga.
Ebbene che sia un comune attivista in buona o cattiva fede, o che sia un portavoce istituzionale in buona o cattiva fede, questa è mafia.
Perchè ambire a detenere un potere decisionale in nome degli altri per vanità personali, vuoi perchè si è attivisti storici senza aver mai compreso il Non-Statuto, vuoi perchè si è infiltrati da altre "organizzazioni" a destabilizzare il MoVimento, questa è mafia.

La mafia è sempre in agguato. E' dentro ognuno di noi. La mafia è uno stato mentale emotivo. Un desiderio di potere guidato dalla vanità. Chi è attivista consapevole di cosa sia il Non-Statuto (l'età non conta nulla!) esige subito prima che sia troppo tardi che dall'unico vero staff legittimo e riconoscibile (ossia chi ha la responsabilità del logo M5S: Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggiosia bandita ogni forma decisionale dal basso che non sia attuata in un portale che garantisca partecipazione di proposta, elaborazione e voto on-line in modo trasparente (ex. FacebookAiresis, LiquidFeedBack, Sistema Operativo 5 Stelle esteso a Comuni e Regioni).
Ossia portali GRATUITI dove, in quanto tali, non si innesca in partenza alcun meccanismo di sudditanza gerarchica, fosse anche solo psicologica, essendo essa uno stampo mafioso*.

La mafia parte da noi. Parte dal basso. In ogni ambito, anche nel M5S.
Ma basta togliere ogni presupposto perchè si radichi, e la mafia sparisce. E noi cambiamo. Tutti. Nessuno escluso.

In alto i cuori, a riveder le stelle!

A firma di un comune attivista fiero di valere uno: se stesso.







(*) Chi desidera partecipare e non ha gli strumenti telematici può benissimo essere coadiuvato da chi li ha e sa e può mettersi a disposizione (nessuno deve rimanere indietro).
Ma chi non è disposto ad essere al passo con la rivoluzione telematica della politica come assodato da Non-Statuto è giusto che si metta da parte (...nessuno deve far rimanere indietro!).